Il segnalibro di... Pinin Carpi maraja Fabian Negrin Michele Tranquillini Michele Tranquillini

"Michele Tranquillini" di Roberto Denti

(il segnalibro è tratto da "Il ragazzo del jazz" di James Lincoln Collier, Mondadori, 2005)


Michele Tranquillini - segnalibro 2005

La rappresentazione della realtà trova nelle immagini di Michele Tranquillini una caratteristica unica e del tutto particolare: siamo infatti di fronte ad una sintesi impressionistica permeata di infiniti particolari. Le illustrazioni di Michele Tranquillini impongono la loro efficacia espressiva attraverso un insolito impasto di linee di rara efficacia compositiva. Se l’emozione visiva è data dalla percezione essenziale dell’immagine ci si rende poi conto che questo effetto è dato dai tratti minuziosi con i quali essa è costruita, tratti che sempre si fondono in una sorprendente intuizione complessiva.
La maniera con cui Michele Tranquillini ci presenta tutta la sua opera illustrativa presenta aspetti del tutto innovativi, anche perché l’uso del colore non sovrasta mai la complessità grafica: fra segno e colore c’è sempre un preciso equilibrio e i due elementi compositivi sono uno al servizio dell’altro in perfetto equilibrio.
Le immagini di Michele Tranquillini sono sempre basate su un preciso studio volumetrico che le rende accessibili a qualsiasi livello di comprensione. La città di Milano che esce dalle sue proposte visive è una continua suggestione di particolari e di sintesi che riesce a presentare in modo del tutto nuovo luoghi, monumenti, incroci di strade, centri particolari di vita come se non li avessimo mai incontrati e conosciuti. Ma non c’è soltanto il paesaggio e l’ambiente che si impongono per la loro simultanea visione, in Michele Tranquillini troviamo un’adesione alla vita dell’uomo, come risalta dalle immagini che accompagnano Una storia del mondo. In questo libro la raffigurazione di tutti gli aspetti di millenni di cultura e civiltà risalta non soltanto per la passione del segno grafico ma soprattutto per il senso poetico dell’immagine armonizzato con una profonda comprensione della realtà umana.

[ >> Vai all'introduzione di Roberto Denti]


[ >> Vai al Programma eventi 2005]

Fantastiche matite 2005 Fantastiche matite 2004 Biblioteca Civica "Ettore Pozzoli" Biblioteca Civica di Seregno